Parrocchia di SS. Salvatore e S. Maria

Parrocchia

SS. Salvatore e S. Maria

Parola di Vita in PPS

Parola di Vita

Ogni mese in formato PPS

Centro Polivalente San Calogero

Centro San Calogero

Museo Siciliano delle Tradizioni Religiose

Parola di vita

(Cuvântul Vietii - Fra ord til live - Fjala për ta jetuar - Fra Ord til liv - Slowo Zycia - Palabra de Vida - Pawòl Lavi a - Woord van Leven - Az élet igéje - Palavra de Vida - Parole de Vie - Word of Life - Kalaam Hayat - Sabda Kehidupan - Wort des Lebens - Kataga ng Buhay - Az élet igéje - Kelma tal-Hajja - Livets Ord - LÔØI SOÁNG - Beseda Življenja)

07 - Parola di Vita - Luglio 2008

Parola di Vita 07 08



Italiano PPS - Parola di Vita - Luglio 2008




"Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la legge e i profeti" (Mt 7,12)

Hai mai provato una sete d'infinito?

Hai mai sentito nel tuo cuore il desiderio struggente d'abbracciare l'immenso?

O forse: hai mai avvertito nel tuo intimo l'insoddisfazione per quello che fai, per quello che sei?

Se così è, sarai felice di trovare una formula che ti dia la pienezza che agogni: qualcosa che non lasci rimpianti di giorni che se ne vanno semivuoti...

C'è una parola nel Vangelo che fa pensare e che, compresa appena un po', fa trasalire di gioia. In essa è condensato quanto dobbiamo fare nella vita. Riassume ogni legge impressa da Dio in fondo al cuore di ogni uomo.

Sentila:

"Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la legge e i profeti"

Tale frase è chiamata "regola d'oro".

L'ha portata Cristo, ma era già conosciuta universalmente. L'Antico Testamento la possedeva. Era nota a Seneca e nell'Oriente la ripeteva il cinese Confucio. E poi altri ancora. E questo dice quanto stia a cuore a Dio: come egli voglia che tutti gli uomini la facciano norma della loro vita.

È bella a leggersi e suona come uno slogan.

Sentila ancora:

"Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro"

Ogni prossimo, che incontriamo nella giornata, amiamolo così.

Immaginiamo di essere nella sua situazione e trattiamolo come vorremmo esser trattati noi al posto suo.

La voce di Dio che abita dentro di noi ci suggerirà l'espressione d'amore adatta a ogni circostanza.

Lui ha fame? Ho fame io - pensiamo. E diamogli da mangiare.

Subisce ingiustizia? Sono io che la subisco!

È nel buio e nel dubbio? Lo sono io. E diciamogli parole di conforto e condividiamo le sue pene e non diamoci pace finché non sarà illuminato e sollevato. Noi vorremmo esser trattati così.

È un handicappato? Voglio amarlo fino a sentire quasi nel mio corpo e nel mio cuore la sua menomazione e l'amore mi suggerirà l'espediente esatto per farlo sentire uguale agli altri, anzi con una grazia in più, perché noi cristiani sappiamo quanto il dolore valga.

E così con tutti senza discriminazione alcuna fra simpatico e antipatico, fra giovane e anziano, fra amico e nemico, fra compatriota e straniero, fra bello e brutto... Il Vangelo intende tutti.

Mi pare di udire un brusio generale...

Capisco... forse queste mie parole sembrano semplici, ma quale mutamento richiedono! Quanto sono lontane dal nostro usuale modo di pensare e d'agire!

Ma coraggio! Proviamo.

Una giornata così spesa vale una vita. E alla sera non riconosceremo più noi stessi. Una gioia mai provata ci inonderà. Una forza ci investirà. Dio sarà con noi, perché è con coloro che amano.

Le giornate si susseguiranno piene.

A volte forse rallenteremo, saremo tentati di scoraggiarci, di smettere. E vorremmo tornare alla vita di prima...

Ma no! Coraggio! Dio ci dà la grazia.

Ricominciamo sempre.

Perseverando, vedremo lentamente cambiare il mondo attorno a noi.

Capiremo che il Vangelo porta la vita più affascinante, accende la luce nel mondo, dà sapore alla nostra esistenza, ha in sé il principio della risoluzione di tutti i problemi.

E non avremo pace finché non comunicheremo la nostra straordinaria esperienza ad altri: agli amici che ci possono comprendere, ai parenti, a chiunque ci sentiamo spinti a darla.

Rinascerà la speranza.

"Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro"

Chiara Lubich

Pubblicata su: La dottrina spirituale, Roma 2006, p. 187.

Archivio

I Power Point pubblicati su questo sito possono essere divulgati e pubblicati su altri siti senza apportare alcuna modifica al testo e alle immagini, è vietata qualsiasi riproduzione su DVD per uso commerciale. Anna Lollo e la direzione del Santuario declinano ogni responsabilità.

© 2015 - Santuario San Calogero
San Salvatore di Fitalia (ME)
direzione@santuariosancalogero.org.
Telefono/Fax 0941 486014

Coordinate Bancarie
Codice IBAN IT47 K076 0116 5000 0005 2662 681
Codice BIC/SWIFT BPPIITRRXXX
CIN  K   -  ABI   07601     CAB   16500 
N° CONTO 000052662681

Verifica su noicattolici.it
vota questo sito su noicattolici.it
Totus Tuus
Powered by Genesit